Curare la salute delle proprie ossa

L’osteoporosi è una malattia delle ossa, che induce lo scheletro a essere esposto a fratture. Ha pesanti conseguenze sulla vita di uomini e donne che vedono braccia, schiena, gambe indebolite e non salde come in origine.
L’osteoporosi viene a volte chiamata “silenziosa” perché spesso viene diagnosticata soltanto al momento di una frattura e quindi della sua manifestazione totale.
L’osteoporosi comporta un diminuzione della massa nelle ossa e conseguenti modifiche nella propria architettura interna. Comporta un indebolimento generale della struttura portante del nostro corpo. Spesso viene sottovalutata, ignorata e non presa correttamente in considerazione. Viene erroneamente considerata un male “minore”, banale.
Ma non è così. Le ossa sono fondamentali, e non poter fare pieno affidamento sulla loro efficienza comporta un calo della qualità della vita e la riduzione delle proprie autonomia e indipendenza.

Prevenzione dell’osteoporosi

L’osteoporosi può essere vinta con la prevenzione, azione capace di evitarne l’insorgere, scacciarne sul nascere i sintomi.
I soggetti che devono fare maggiormente attenzione sono le donne. La gravidanza e in particolar modo la menopausa moltiplicano di quattro volte il rischio osteoporosi. Il seguente insieme di accorgimenti destinati alla prevenzione di questa oscura malattia è diretto prevalentemente a loro.

Vitamina D

La prevenzione dell’osteoporosi si basa su due cardini: alimentazione e attività fisica. A cui sommare in ogni caso i doverosi controlli medici. Sono questi i maggiori accorgimenti utili per contrastare la malattia silenziosa. Accorgimenti che fanno bene alle ossa, le fortificano e le mantengono salde.
Cuore dell’alimentazione sana due fattori: il calcio e la Vitamina D. La Vitamina D (colecalciferolo) è un elemento fondamentale per la fissazione del calcio e l’assimilazione dello stesso. Il corpo umano produce Vitamina D dalla cute, stimolata da raggi solari di tipo UVB. Non è una vitamina facilmente rintracciabile negli alimenti. Per questo spesso ne viene consigliata dai 50 anni in avanti una profilassi medica. Gli alimenti che sono portatori di vitamina e che è bene mangiare sono: salmone fresco, pesce azzurro, olio di fegato di merluzzo.
Il calcio invece è presente in molti alimenti abituali. In adolescenza avere una buona dieta a base di calcio, vitamina D e fosforo può rivelarsi ideale. Per assicurarsi un buon apporto di calcio è consigliabile evitare eccessive proteine da carne, non abusare di alcol, caffè e tè, che con il fumo concorrono a eliminare il calcio dall’organismo. Ottimo alimentarsi con latte, formaggi e yogurt.

Mineralometria ossea computerizzata

Dal lato strettamente medico, oltre all’attività fisica e a un’alimentazione dedicata, esistono degli esami diagnostici utilissimi per capire lo stato di integrità delle ossa. Particolarmente indicati per donne e uomini che abbiano superato i 45 anni.

Parliamo innanzitutto MOC, Mineralometria Ossea Computerizzata, utilissima per valutare lo stato di salute delle ossa, ottenere eventuale diagnosi di osteopenia ( uno stato primordiale dell’osteoporosi), e impostare cure e trattamenti farmacologici utili per bloccare la malattia sulla nascita.

MOC metodo Dexa – Mineralometria Ossea Computerizzata

Possono essere utilizzati infine, per il controllo dello stato di salute delle ossa, per patologie non strettamente legate all’osteoporosi altri servizi diagnostici come radiografia, tac, ecografia.

Radiografie analogiche e digitali

Tac ad alta risoluzione

Si può disporre dei servizi appena citati contattando l’ambulatorio ortopedico del Centro Diagnostico Sabatino vicino Roma.

Ortopedia

Richiedi informazioni