Categoria: News


igiene-mani-infografica-ministero-salute

Pulizia e igiene delle mani, infografica Ministero della Salute

Un’infografica del Ministero della Salute spiega in pochi passaggi come garantire la pulizia e l’igiene delle mani utilizzando l’acqua e il sapone.

Da sempre i medici raccomandano di mantenere pulite le mani, dal momento che è proprio lì che potrebbero annidarsi germi e batteri, causa di disturbi intestinali o influenze e raffreddori. In vista della stagione invernale, quando influenze e raffreddori sono dietro l’angolo, è opportuno quindi prestare attenzione al modo in cui si tengono pulite le mani.

Questi i passaggi raccolti nell’infografica:

  • bagnare le mani con l’acqua;
  • applicare il sapone in quantità tale da coprire tutta la mano;
  • frizionare le mani palmo contro palmo;
  • posizionare i palmi uno sopra l’altro e intrecciare le dita tra loro;
  • posizionare il dorso delle dita contro il palmo opposto;
  • frizionare in avanti e indietro le dita;
  • risciacquare con acqua;
  • asciugare con una salvietta monouso;
  • asciugare il lavandino con la stessa salvietta.

Per approfondire: infografica



esame-volumetrico-cbct

Esami CBCT Tomografo Cone Beam 3D, videocorso per software referti

Presso il  Centro Diagnostico Sabatino è disponibile il servizio diagnostico Tomografo Cone Beam 3D – Dentalscan CBCT con RayScan Alpha che consente di effettuare esami diagnostici volumetrici CBCT per le ossa mascellari e i denti. Con rilascio di immagini in 3D. Con un’emissione molto bassa di raggi X.

L’esame può essere svolto in piedi o in posizione seduta. Al paziente non è richiesto nessuno sforzo se non quello di avvicinarsi al macchinario (molto simile allo strumento utilizzato per l’ortopantomografia) per una seduta di pochi secondi.

La tecnologia CBCT utilizzata consente di ottenere immagini tridimensionali fedeli alla realtà, con bassa emissione di raggi X.

Tra le applicazioni troviamo:

  • terapia mediante trattamenti implantari;
  • chirurgia implantare guidata;
  • individuazione di processi infiammatori;
  • anomalie riscontrate nei denti;
  • studio delle articolazioni mandibolari;
  • studio seni mascellari.

Per i medici, referti 3D e video corso sul software

Per quanto riguarda i referti e la lettura degli esami da parte dei medici, informiamo che è possibile consultare il videocorso che illustra come visionare il software 3D allegato ai risultati dell’esame volumetrico CBCT.

Per accedere al videocorso è necessario accedere a un’Area riservata del nostro sito utilizzando una password che verrà comunicata all’utente immediatamente dopo aver compilato un apposito modulo.

Questa l’Area riservata che contiene anche il modulo per ricevere la password.



estate-guida-ministero-salute

Come proteggersi dal caldo, linee guida Ministero della Salute

Il Ministero della Salute ha pubblicato una nuova guida per affrontare al meglio la stagione estiva. La guida, Arriva il caldo, come proteggerci, fornisce alcuni consigli per ridurre i rischi alla salute causati dalle alte temperature e per proteggere la pelle dalla troppa esposizione al calore del sole.

Questi i consigli del Ministero della Salute:

  1. indossare un abbigliamento adeguato
  2. tenere sempre fresco l’ambiente, sia a casa sia a lavoro
  3. ridurre la temperatura del corpo e l’attività fisica
  4. uscire quando non è troppo caldo
  5. lavorare all’aperto facendo attenzione alla propria salute
  6. bere molta acqua
  7. adottare misure specifiche se si esce in auto
  8. conservare i farmaci
  9. adottare misure specifiche con persone a rischio

Con l’arrivo della stagione più calda, il Ministero della Salute promuove ogni anno delle attività a tutela dei cittadini, nell’ambito del “Piano Operativo Nazionale della Prevenzione effetti del caldo sulla salute“.



guida-ministero-salute

Stagione estiva, come migliorare il microclima nelle case

Durante la stagione estiva, nelle giornate più calde sono molte le persone che ricorrono al condizionatore per alzare la temperatura all’interno delle loro case e smettere così di soffrire il caldo.

A tal proposito, il Ministero della Salute ha pubblicato una breve guida dove vengono riportati alcuni consigli utili su “Come migliorare il microclima delle abitazioni durante l’estate – Regole per l’uso corretto degli impianti di aria condizionata“.

Questi alcuni tra i consigli indicati all’interno della guida:

  • oscurare le finestre o le vetrate esposte a sud con persiane o veneziane
  • aprire le finestre durante le ore meno calde per far entrare aria nuova
  • utilizzare l’aria condizionata (solo per qualche ora al giorno) con l’obiettivo di ridurre gli effetti negativi del caldo sulla salute
  • evitare di utilizzare i ventilatori che muovono solo l’aria senza abbassare la temperatura.

Queste, invece, alcune delle regole da seguire quando si vuole utilizzare l’impianto di aria condizionata:

  • tenere chiuse le finestre
  • oscurare le finestre
  • regolare la temperatura affinché quella in casa non sia troppo più bassa di quella esterna
  • evitare ricircoli di aria viziata
  • evitare l’uso di elettrodomestici
  • far controllare l’impianto ogni 2 o 3 anni


programma-europe-salute

Programma Europeo per la Salute 2014-2020, strategia UE

L’Unione Europea da anni porta avanti dei progetti volti a tutelare e migliorare la salute delle persone. Il Terzo Programma, definito Programma Europeo per la Salute 2014-2020 è uno strumento che mette in pratica, appunto, la strategia europea che non solo punta a migliorare la salute umana, ma intende anche incrementare le competenze in ambito sanitario con una serie di azioni mirate a seconda dei singoli Stati membri.

Il Programma si rifà al Regolamento UE n. 282 dell’11 marzo 2014sulla istituzione del terzo programma d’azione dell’Unione in materia di salute (2014-2020) e che abroga la decisione n. 1350&2007/CE“.

Il Programma ha quattro obiettivi:

  • promozione della salute umana e prevenzione delle malattie
  • protezione dei cittadini dalle minacce transfrontaliere
  • sviluppo dei sistemi sanitari sostenibili
  • accesso a un’assistenza sanitaria più sicura

Partecipano al Programma i 28 Paesi membri più Norvegia, Islanda e Liechtenstein.

Per approfondire: Programma Europeo per la Salute 2014-2020



diabete-sport

Combattere il diabete con lo sport, presentato testo a Runfest

Durante Runfest 2016, la città del benessere in scena al Foro Italico di Roma dal 29 maggio al 2 giugno 2016, è stato presentato il libro “Diabete di Tipo 2 e Attività Fisica: dalle evidenze scientifiche all’applicazione pratica“, realizzato grazie alla collaborazione tra FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera), CONI e Ministero della Salute.

Il testo pone l’accento su un aspetto fondamentale: l’esercizio fisico aiuta a combattere il diabete. L’obesità e la sedentarietà, che nella società odierna sono molto diffuse, sono la causa principale dello sviluppo del diabete mellito, fattore di alto rischio di disabilità e mortalità. Per i soggetti che risultano essere intolleranti al glucosio, come dimostrano recenti studi, l’esercizio fisico regolare riduce il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2.

Il libro si divide in quattro parti:

  • la malattia del diabete
  • l’attività fisica e l’esercizio
  • la scienza supporta l’attività fisica per prevenire il diabete di tipo 2
  • l’azione pratica con l’attività fisica

Qui disponibile il calendario di Runfest 2016, la manifestazione organizzata da Federazione Italiana di Atletica Leggera, CONI e Runcard.

Diabetologia ed endocrinologia presso il Centro Diagnostico Sabatino ad Anguillara Sabazia. Prenota ora la tua visita.



estate-cura-pelle

Stagione estiva, cura della pelle e prevenzione delle malattie

Con l’arrivo della stagione estiva, la pelle abituata al freddo e alla protezione degli indumenti deve essere preparata per accogliere al meglio i benefici (e i problemi) che derivano dall’esposizione al sole.

Il consiglio più banale e semplice è quello di idratare e proteggere la pelle con specifiche creme studiate appositamente con l’obiettivo di dare idratazione o di creare un velo di protezione dai raggi UV. La cura però non parte solo dall’esterno, ma anche dal nostro organismo. Durante il periodo che precede l’estate e durante tutta la bella stagione è buona norma seguire una dieta ricca di vitamine A e betacarotene.

La vitamina A ha diversi benefici sulla nostra pelle, infatti la rende più idratata e maggiormente luminosa. Si può trovare in diversi alimenti, tra cui le carote, gli spinaci, la zucca, il pomodoro, la lattuga, il melone, l’anguria e l’arancia. Generalmente, gli alimenti che contengono la vitamina A sono anche ricchi di betacarotene, un pigmento vegetale che contribuisce ad avere una migliore abbronzatura.

Un altro utile consiglio per preparare la pelle all’estate e liberarla dagli eccessi dovuti all’inverno, è quello di effettuare lo scrub, sia con rimedi artigianali sia con prodotti disponibili in commercio. Tra i rimedi naturali più utilizzati troviamo un composto fatto di olio d’oliva, zucchero e caffè. Si consiglia di fare lo scrub almeno una volta la settimana e comunque non più di due volte la settimana.

Una volta preparata la pelle, bisogna fare attenzione ai danni che può causare l’esposizione al sole. Tra i problemi che potrebbero verificarsi, sicuramente troviamo le ustioni di bassa, media o elevata entità. Oltre alle ustioni, il sole può determinare la comparsa o l’aumento di acne, eczemi e vitiligine. Per chi ha una pelle che presenta molti nei, inoltre, è buona norma evitare di stare troppo tempo sotto il sole, ad ogni modo si raccomanda di non proteggerli con cerotti o creme protettivi con uno schermo più elevato rispetto a quello utilizzato sul resto del corpo.

Ci sono poi le infezioni che derivano dai funghi che in estate hanno una resistenza maggiore: onicomicosi, pityriasi e candidosi.

In caso di infezione, di ustione o di qualsiasi altro problema o dubbio sorto dopo aver esposto la pelle al sole è sempre raccomandata una visita dermatologica.



diabetes-care

Combattere la sedentarietà e diminuire lo zucchero nel sangue

Il fatto che il movimento sia assolutamente necessario per tenersi in buona forma e scaricare lo stress accumulato durante la giornata, è decisamente noto a tutti. Ad oggi però c’è un interessante studio condotto dal Diabetes Research Centre della University of Leicester (UK) che dimostra molto di più, ovvero che per far diminuire la presenza di zucchero nel sangue basta anche alzarsi ogni 30 minuti.

Lo Studio

Lo studio, che si trova a questa pagina web,  ha preso in esame alcune donne in post menopausa, in sovrappeso e rischio diabete, che hanno scelto liberamente di effettuare una delle tre proposte del team:

  1. restare sedute per oltre 7 ore senza mai alzarsi;
  2. alzarsi ogni 30 minuti per 5 minuti;
  3. camminare su un tapis roulant per 5 minuti ogni 30 minuti.

Lo studio ha dimostrato un evidente picco glicemico per il gruppo di donne che erano rimaste sedute, mentre una minor concentrazione di glucosio è stata registrata negli altri due gruppi, ma soprattutto, l’evidenza più significativa è data dal fatto che tra camminare e alzarsi non è emersa alcuna differenza in tal senso.

Si legge nella ricerca: Breaking up prolonged sitting with 5-min bouts of standing or walking at a self-perceived light intensity reduced postprandial glucose, insulin, and NEFA responses in women at high risk of type 2 diabetes.

Dal nostro punto di vista consigliamo, soprattutto in vista delle feste natalizie, di non rinunciare certo alla buona tavola, facendo sempre attenzione, ovviamente, a rispettare la dieta qualora lo stato di salute lo richiedesse, ma anche di dedicare del tempo libero a camminare e fare movimento fisico, per quanto possibile.

I servizi del Centro Diagnostico Sabatino



opuscolo scale ministero

Salire e scendere le scale, un toccasana

Consigli utili per mantenersi in forma

Non è un mistero il fatto che muoversi, nel modo corretto, ovviamente, sia uno dei consigli più comuni che riceviamo dal nostro medico curante e a qualsiasi età anche se ogni età, certo, ha i “suoi” movimenti.
Fare movimento aiuta il nostro corpo ma anche la nostra psiche perché migliora anche il nostro umore.
A dirlo sono numerosi studi, ma qui vi presentiamo un utile opuscolo del Ministero della Salute intitolato Usa le scale, non prendere l’ascensore. Un gradino alla volta verso uno stile di vita più salutare anche in ufficio. che è possibile scaricare in formato PDF cliccando qui.

Ogni giorno, per almeno 30 minuti, è il tempo da impiegare nell’attività fisica così come consigliato dall’OMS. Sappiamo che spesso ci è impossibile farlo, per il poco tempo o per i numerosi impegni che ci occupano tutta la giornata. Possiamo però rimediare utilizzando dei piccoli ma utili accorgimenti come per esempio cogliere l’occasione al volo ogni volta che davanti a noi troviamo delle scale, siano quelle che ci portano a casa siano quelle che ci portano in ufficio.

I vantaggi sono numerosi, oltre a quelli sopra citati (per mantenersi in forma ed essere di buon umore) dobbiamo citarne anche altri come per esempio il fatto che è un’attività conveniente (è di fatto gratuita!), semplice e che non richiede preparazione atletica.
Come si legge nell’opuscolo indicato, negli USA lo “stair climbing” è una vera e propria disciplina sportiva con tanto di federazione e campionato del mondo; nel nostro caso non è necessario fare alcuna gara nè tantomeno correre, salire le scale è già di per sè un’attività aerobica che migliora il sistema cardiocircolatorio.
Di fatto,  esistono altre attività che possiamo fare, sempre a costo zero, e che possono fare la differenza in termini di stile di vita sano, per esempio scendere prima dall’autobus e dedicare del tempo a camminare prima di dover stare seduti a lungo.

Servizi del Centro Diagnostico Sabatino



consigli-pelle-inverno

Stagione invernale, come prevenire e curare i danni alla pelle

Durante il periodo invernale la pelle risente molto del freddo, e non solo. I continui sbalzi di temperatura, dovuti ad ambienti chiusi spesso troppo caldi e ambienti esterni spesso troppo freddi, possono causare dei danni temporanei (in alcuni casi anche permanenti) alla pelle, specialmente a viso e mani che sono le zone del corpo più esposte.

Tra gli accorgimenti più semplici da seguire, sicuramente rientra quello di indossare indumenti adeguati come sciarpe, cappelli e guanti. Una volta che sono stati indossati gli indumenti giusti, è buona norma seguire delle regole quotidiane per l’intero periodo della stagione fredda.

Il primo consiglio, fortemente raccomandato, consiste nel provvedere a una corretta idratazione della pelle. La pelle in inverno tende a seccarsi di più ed è per questo che richiede un livello di idratazione molto più alto di quello previsto in estate. Per mantenere una corretta idratazione dall’interno si possono bere bevande calde (come infusi e tisane). Dall’esterno si può, invece, agire con creme per viso e corpo.

Il secondo consiglio parte dalla tavola. Ci sono alcuni cibi (come frutta secca e agrumi) che sono molto consigliati durante l’inverno perché idratano la pelle.

Il discorso dell’idratazione vale per tutto il corpo, ma soprattutto per le mani e il viso. Le mani possono, anzi devono, essere idratate con una buona crema e protette con gli indumenti adeguati. La crema da utilizzare dovrà essere molto ricca e contenere prodotti che siano allo stesso tempo biologici e naturali.

Per la zona viso si raccomanda di effettuare ogni sera la pulizia e di applicare creme, fondotinta e balsamo per le labbra in maniera costante. Molto raccomandato, al termine di ogni bagno o doccia è l’utilizzo dell’olio di jojoba. L’olio di jojoba si applica solitamente sulla pelle ancora umida in modo da penetrare in maniera più profonda nella pelle.

Oltre alla prevenzione e alla cura ci sono anche delle azioni e dei prodotti che devono essere evitati. Da evitare sicuramente è fare la doccia o il bagno con l’acqua a una temperatura troppo elevata.

Allo stesso modo devono essere evitati creme e detergenti troppo aggressive che, corrodendo la pelle, potrebbero aprire un ulteriore canale per il freddo che andrebbe così a fare danni sulla pelle maggiori.

Presso il Centro Diagnostico Sabatino è possibile effettuare una visita dermatologica.


igiene-mani-infografica-ministero-salute

Pulizia e igiene delle mani, infografica Ministero della Salute

Un’infografica del Ministero della Salute spiega in pochi passaggi come garantire la pulizia e l’igiene delle …

esame-volumetrico-cbct

Esami CBCT Tomografo Cone Beam 3D, videocorso per software referti

Presso il  Centro Diagnostico Sabatino è disponibile il servizio diagnostico Tomografo Cone Beam 3D – Dentalscan CBCT …

estate-guida-ministero-salute

Come proteggersi dal caldo, linee guida Ministero della Salute

Il Ministero della Salute ha pubblicato una nuova guida per affrontare al meglio la stagione estiva. La guida, Arriva il …